Logo AtiIn rete sono disponibili più guide e procedimenti (vedere le fonti alla fine di questo articolo) per l’installazione dei driver fglrx su Debian, che purtroppo o non sono sufficientemente aggiornate oppure sono troppo dispersive o confusionarie. Provo quindi a scrivere una guida semplice e chiara.

Anzitutto, la descrizione degli fglrx, reperita direttamente dal Wiki di Debian:

fglrx sta per FireGL and Radeon for X, ed è il driver proprietario (non libero) per display reso disponibile da ATI Technologies (ora AMD). Questo driver fornisce accelerazione 2D e 3D per chipset di schede grafiche AMD/ATI.

Veniamo velocemente al dunque:
1) aggiungere la componente “non-free” al proprio repository principale indicato nel file sources.list (/etc/apt/sources.list). Ad esempio, modificando così (per Debian testing, nel mio caso):

deb http://ftp.it.debian.org/debian/ testing main contrib non-free

2) aggiornare l’elenco dei pacchetti e installare i pacchetti necessari tramite:

NOTA dell’1/4/2012: per quanto riguarda l’installazione degli headers, il comando che segue era valido solo per i kernel 2.6.x e non è quindi più funzionante per i kernel 3.x. Utilizzare il comando aptitude install linux-headers-`uname -r`, che funziona con qualsiasi kernel.

# aptitude update
# aptitude install linux-headers-2.6-$(uname -r|sed 's,[^-]*-[^-]*-,,') fglrx-driver fglrx-modules-dkms fglrx-glx fglrx-atieventsd

Il comando installare tutte le dipendenze necessarie. L’output dovrebbe essere questo:

# aptitude install linux-headers-2.6-$(uname -r|sed 's,[^-]*-[^-]*-,,') fglrx-driver fglrx-modules-dkms fglrx-glx fglrx-atieventsd
I seguenti pacchetti NUOVI (NEW) saranno installati:
fglrx-atieventsd fglrx-driver fglrx-glx fglrx-modules-dkms
glx-alternative-fglrx{a} glx-alternative-mesa{a} glx-diversions{a}
linux-headers-2.6-amd64 linux-headers-amd64{a}
nvidia-installer-cleanup{a}
I seguenti pacchetti sono RACCOMANDATI ma NON verranno installati:
fglrx-glx-ia32
0 pacchetti aggiornati, 10 installati, 0 da rimuovere e 2 non aggiornati.
È necessario prelevare 22,7 MB di archivi. Dopo l'estrazione, verranno occupati 74,0 MB.

Il pacchetto fglrx-control è (diversamente da come indicato altrove) assolutamente facoltativo ed offre un pannello di controllo utile all’impostazione di alcune opzioni per il video. Come riporta la stessa descrizione:

The control panel shows detailed information on your display adapter and allows you to set dual screen options, adjust gamma correction and set TV out options.

3) fermare il sistema X Window. È possibile passando a una console virtuale, ovvero premendo contemporaneamente CTRL+ALT+F1. Alternativamente, si può riavviare il sistema in modalità ripristino (ma non è necessario). Fermare quindi il display manager in uso dopo essersi autenticati come root. Nel caso di gdm3 (per ambiente Gnome):

# /etc/init.d/gdm3 stop

Nel caso di kdm (per  ambiente Kde):

# /etc/init.d/kdm stop

4) generare un file xorg.conf (/etc/X11/xorg.conf) ad hoc per la propria scheda Ati:

# aticonfig --initial

Verificare che nel file in questione, sotto la sezione “Device”, alla voce “Driver” sia correttamente indicato “fglrx”.

5) Riavviare X Window o meglio riavviare il display manager. Nel caso di gdm3 (per ambiente Gnome):

# /etc/init.d/gdm3 start

Nel caso di kdm (per  ambiente Kde):

# /etc/init.d/kdm start

6) Verificare il corretto funzionamento dei driver e dell’accelerazione 3D con:

$ fglrxinfo

e (è necessaria l’installazione del pacchetto mesa-utils):

$ glxinfo | grep rendering

L’output dovrebbe essere:

$ fglrxinfo
display: :0.0  screen: 0
OpenGL vendor string: ATI Technologies Inc.
OpenGL renderer string: ATI Mobility Radeon HD 4650
OpenGL version string: 3.3.11005 Compatibility Profile Context
$ glxinfo | grep rendering
direct rendering: Yes

Fonti:
http://wiki.debian.org/ATIProprietary
http://guide.debianizzati.org/index.php/Installazione_driver_proprietari_Ati

Per gli interessati ai driver open per Ati, fare riferimento a questa guida.

XHTML - Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>